Il bicchiere da vino

I bicchieri da vino devono essere trasparenti, meglio se di cristallo.
Al fine della migliorare la percezione delle caratteristiche olfattive di un vino assumono particolare rilievo forma e dimensione del bicchiere, influendo sul modo in cui vengono emanati i profumi e gli aromi.
Ai fini di una buona degustazione sono da utilizzare i bicchieri a calice a gambo lungo, che evitano il contatto delle dita con la superficie del calice in modo da non alterare la temperatura del vino stesso.
La scelta del bicchiere appropriato è legata alle caratteristiche del vino.
Osserviamo ora le varie tipologie di bicchiere:

bianchi leggeri e giovani bianchi strutturati I vini bianchi non richiedono bicchieri troppo grandi e si apprezzano meglio in quelli con una bocca non molto grande che lascia cogliere meglio i profumi di fiori e frutta a polpa bianca.
Per i bianchi leggeri e giovani è adatto il tipo A, mentre ai bianchi strutturati si addice il tipo B.

rosati giovani e freschi rosati corposi e maturi Anche i vini rosati non richiedono bicchieri troppo grandi, ma con una apertura leggermente più aperta di quelli da bianco, che consenta una buona ossigenazione e lo sviluppo degli aromi.
Per i rosati giovani e freschi è adatto il tipo A, mentre ai rosati corposi e maturi si addice il tipo B.

rossi non invecchiati rossi di grande invecchiamento rossi corposi di grande invecchiamento I vini rossi non invecchiati si degustano in bicchieri simili a quelli dei bianchi tipo A ma leggermente più grandi adatti a percepire le sensazioni olfattive di fiori e frutta rossa e la presenza dei tannini.
I vini rossi di grande invecchiamento, caratterizzati da profumi complessi creatisi con gli anni, richiedono bicchieri panciuti del tipo B con un'ampia superficie di base che consente una migliore ossigenazione e lo sviluppo dei profumi in modo da poter meglio apprezzare il bouquet del vino.
Una variante è rappresentata dal tipo C che nella sua apertura tende ad aprirsi(particolarmente adatti a Pinot Nero e Nebbiolo).
flute coppa Gli spumanti secchi e lo Champagne richiedono i flute (tipo A) che consentono di osservare meglio l'effervescenza e facilitano una dispersione graduale dei loro profumi delicati.
Gli spumanti dolci prediligono i bicchieri a coppa (tipo B) che consente una rapida diffusione degli aromi.
vini dolci e passiti vini liquorosi Per gustare al meglio i vini dolci e liquorosi i bicchieri non sono grandi.
I Vini Dolci e i Passiti si gustano in un calice di piccole dimensioni con corpo ampio e apertura stretta (tipo A) che favorisce sia lo sviluppo degli aromi sia la loro concentrazione nel naso.
Per i Vini Liquorosi l'altezza del corpo è maggiore e l'apertura è più accentuata (tipo B), con una dimensione del bicchiere sempre piuttosto piccola; la maggiore altezza consente un maggiore sviluppo degli aromi complessi e intensi.

Sei in iSogn@tori  > Vini  > Il bicchiere 


Commenti  Commenti  ( 0 )










 Versione precedente del sito
 Informativa sull'utilizzo dei cookies