pensieri sparsi
Storico : Teatro


 
 

Riccardo III

Di PULP (del 11/07/2011 @ 22:55:53, in Teatro, linkato 765 volte)

Nell'ultimo album di Caparezza c'è quello che reputo un tributo divertente a Kevin Spacey:
Hai presente Kevin Spacey? Bene, è lui Kaiser Souse nei Soliti Sospetti! Serial killer di Seven? Kevin Spacey! Cattivo di Superman? Kevin Spacey! Perfetto Criminale? Kevin Spacey! ''Ho capito, non c'è bisogno che mi stressi!''
...
Il colonnello di American Beauty è gay! Si! ..Ed uccide Kevin Spacey!
...
And the winner is Kevin Spacey!


Caparezza - Kevin Spacey Beh, andare a vedere Kevin Spacey che interpreta(e non recita) il Riccardo III all'Old Vic a Londra è una maniera per celebrarlo...
C'è tutto di lui, da Kaiser Souse al padre di American Beauty, c'è l'attore e il direttore artistico.
Se sia stata una sfida fatta per noia, o per altro motivo non lo so; quello che so è che la sfida è vinta, e le standing ovation sono tutte meritate...
Andatelo a vedere se potete...


And the winner is Kevin Spacey!


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Masochismo

Di Vesnuccia (del 21/10/2009 @ 09:55:39, in Teatro, linkato 960 volte)



Noi stasera si va a vedere ed ascoltare morire una cortigiana di tisi/tubercolosi, e ovviamente piangere dal inizio alla fine.
Secondo me Lars Von Trier è un appasionato melomane ed è cosi sadico con il suo pubblico proprio perche ispirato da Verdi.
Chi ha voglia di leggersi il libretto vada qui, e chi vuole rinfrescarsi la memoria e cantare probabilmente l'aria piu famosa si goda la versione colorata, piena e tintinante di Zeffirelli.

baci melos

Articolo (p)Link Commenti Commenti (4) Storico Storico Stampa Stampa

E inutile...

Di Vesnuccia (del 16/10/2009 @ 15:59:31, in Teatro, linkato 797 volte)



mi piacciono gli uomini con pochi capelli : - P.
Aparte gli scherzi, trovo Kevin Spacey carismatico, affascinante e estremamente bravo. Le sue scelte artistiche le trovo azzecate, ho adorato American Beauty, K Pax, Life of David Gale , Big Kahuna , Seven, I Soliti Sospeti etc etc, anche se si poteva risparmiare il cameo in "Edison", film caccata madornale e qualcun altro, ma probabilmente è difficile rifiutare contratti millionari per qualche settimana di lavoro quando si è fatto la scelta si fare direttore artistico di uno storico teatro londinese lavorando per la "gloria".
Vederlo on stage è stato un mio sogno per anni, e pare (ma lo dico piano piano) che il 5 novembre saremo in 10ima fila a vederlo nella Inherit the Wind.
Non mi pare vero ecco. Non mi pare veramente vero!!!!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Dei Bufoni

Di Vesnuccia (del 24/01/2008 @ 11:30:00, in Teatro, linkato 1166 volte)


E noi stasera si va a piangere la sorte di donna inamorata di un essere immondo e suo padre Buffone triste e vendicativo. La storia pare fatta a posta per spiegare ai ragazzini che la vendetta non paga. Praticamente "la propaganda" dei altri tempi.
Per chi ha voglia di rileggersi il libretto lo trova qui, e per chi ha voglia di cantare una delle famose arie vada qui e verso meta' pagina trova "Bella figlia dell'amore".
E oggi tocca fare il restauro completto : - ) che al teatro si deve dare un certo contegno : - ). To, mi metto pure la gonna!

baci melos

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2) Storico Storico Stampa Stampa

Falstaff

Di Vesnuccia (del 24/10/2007 @ 00:59:11, in Teatro, linkato 1219 volte)



E cosi stasera per noi è iniziata la stagione operistica!!!
Bello , bello, bello!!!
Ci siamo visti quest'ultima opera di Verdi cosi gioiosa e burlesca e colorata che non pare scritta da Verdi ormai anziano. O è forse proprio perche era anziano aveva voglia di qualcosa di diverso dalla sua precedente produzione?
Poco importa. Quello che importa che i cantanti erano spetacolari, che la scenografia era come piace a me e la produzione era classica e colorata (e non una di quelle rivisitazioni assurde).
La cantante che mi affascinato di piu'era una giovanissima Nannetta con una voce ancora giovane che si perdeva dietro Alice e Quickly ma quando cantava da sola faceva vibrare l'aria in tutto il teatro. "Labra leggiadre" erano incantevoli e la fine quando risponde a Bocca baciata non perde ventura dello spasimante , con anzi rinnova come fa la luna mi toglieva il fiato.
Pero una cosa mi incuriosisce tantissimo. Come avrano reagito i melomani di allora alle seguenti parole del libretto

Alice
No. Qua nella selva densa
Mi segue Meg.

Falstaff
E' doppia l'avventura!
Venga anche lei! Squartatemi
Come un camoscio a mensa!
Sbranatemi!! Cupido
Alfin mi ricompensa.
Io t'amo! t'amo!


Sarei proprio curiosa a leggere qualche critica scritta al epoca. Chi sa se una cosa del genere ha fatto scandalo o era di ordinaria aministrazione...

baci melos

Articolo (p)Link Commenti Commenti (3) Storico Storico Stampa Stampa

E cosi l'abbiamo rifatto

Di Vesnuccia (del 21/05/2007 @ 11:15:39, in Teatro, linkato 1177 volte)

L'abbonamento per l'opera ovviamente! Quest'anno sono 6 spetacoli, 5 opere e 1 baletto (Falstaff, Giselle, Rigoletto, Salome, Lucrezia Borgia e La Clemenza di Tito) e anche se è costato un poccheto di piu ne è valsa la pena! E poi come sarebbe possibile non farlo noi quando quest'anno lo ha fatto anche la bimba Frallosa che dopo la tessera musei piemontese ha deciso che una gran parte di sua vita culturale la passa tra di noi a Torino, e cosi si fa prendere in giro da tutto il suo ufficio?
Anche questa volta se non ci fosse stata B. che si sveglia all'alba non so se ce l'avremo fatta a prenderli, ma per fortuna c'è lei!!!

e adesso tocca pazientare per i concerti di Settembre Musica (mezzo scipato da Milano) e i Giardini Reali

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2) Storico Storico Stampa Stampa

Aproposito, che giorno è oggi?

Di Vesnuccia (del 21/02/2007 @ 12:23:00, in Teatro, linkato 1713 volte)

La Nothomb è una scrittrice veramente brava ma che a volte, specialmente nelle sue cose autobiografiche, mi lascia infastidita, come del resto ho scritto gia qui.
Ma a una piece teatrale tratta da un suo scritto nn potevamo non andarci e cosi ieri sera siamo andati a vedere La cosmetica del nemico alla Cavalerizza Reale.
E posso dire che siamo usciti increduli, ancora leggermente sconvolti e nauseati, come se avessimo letto in quella oretta il racconto della Nothomb, e non averlo visto in scena.

"Tutto comincia in una sala di attesa.
Un uomo legge, per ingannare il tempo.
È la vittima designata.
Sarà sufficiente parlargli per prenderlo in trappola.
Tutto finisce in una sala d'attesa."


Un maneger che aspetta l'aereo che è in ritardo viene avicinato da un personaggio particolare che per forza vuole fare conversazione, e che pare vuole raccontargli la storia della sua vita, una specie di confesione di tutti i suoi peccati, veri e presunti. La trama è tutto un suseguirsi di colpi di scena, indizzi sparsi, sarcasmo viscerale e domande filosofiche.
Gli attori hanno ragiunto una sintonia tale che, a posteriori, uno si rende conto di dove la Nothomb voleva andare a parare. L'atmosfera, la storia, il disgusto che ci lascia Texter, il fastidio dovuto/voluto dagli effetti sonori, tutto quanto alla fine ci lascia un macigno dentro.
E alla fine ti chiedi come ci saresti rimasto se lo spetaccolo l'avessi visto il 24 di marzo...

Io credo nel nemico. Credo nel nemico perché, tutti i giorni e tutte le notti, lo incontro sul mio cammino. Il nemico è quello che dall'interno distrugge tutto ciò che vale. E' quello che ti mostra il disfacimento insito in ogni realtà. E' quello che ti rivela la tua bassezza e quella dei tuoi amici. E' quello che, in un giorno perfetto, troverà un'ottima ragione per torturarti. E' quello che ti ispirerà il disgusto per te stesso. E' quello che, quando scorgi il viso celeste di una sconosciuta, ti rivelerà la morte contenuta in tanta bellezza". (Amélie Nothomb)

La Cosmetica del nemico continua fino il 25 febraio alla Cavalerizza e il 22 sempre li alle 18 ce un incontro/conferenza con l'autrice (ingresso libero ad esaurimento posti, il posto è piccino percio tocca andare presto!)

Articolo (p)Link Commenti Commenti (3) Storico Storico Stampa Stampa

Come rovinare il Flauto Magico ...

Di Vesnuccia (del 10/01/2007 @ 12:30:32, in Teatro, linkato 1449 volte)

.. in una mossa sola.
Scritturare Baricco per riscrivere la storia. E cosi dopo "dopo l'Iliade spiegata alle sciampiste"(cit.) che mi sono persa, mette mano al Flauto e riscrive(?) tutti i dialoghi per farli arrivare meglio al publico (almeno questa è la sua spiegazione). Cosi ci ritroviamo in scena un trio di Zelig che non fa altro che fare battute di Zelig ma sul palcoscenico del Regio tirando fuori dai piemontesi di una certa eta' commenti piu o meno forti "Siete voi di troppo." o "Mozart si rigira nella tomba" etc etc. Sinceramente ho avuto pena per loro (perche nn è colpa loro ma di chi la messi in quella posizione) ma quando in scena passava una bottiglia ho avuto paura della possibile degustazione zelighiana in diretta. Ecco io mi chiedo, ma Baricco veramente pensa che la gente preferisce il sunto/Bignami di tutto o è lui che si è autoconvinto perche sa fare poco altro???

La scenografia era molto fantasiosa. Per carita' si poteva fare di meglio, ma partendo da dove si è partiti (riscrritura barichiana) puo' solo fare bella figura.
Al centro del palcoscenico ce una giostra che funge da tutti gli ambienti cambiando foge durante lo spetacolo. Un idea abbastanza carina.
Quel che mi ha lasciato un po cosi è la scelta di alcuni costumi, ovvero lo sadomaso style per le 3 dame (giarrettiera, frustino e orecchie da coniglieta incluse) e la lap dance di Papagena prima della trasformazione (coredata da uun costume da scheletro).
I cantanti invece sono stati meravigliosi! Nonostante i costumi le dame mi sono piacute un saco, la Regina della Notte è stata superlativa e Papageno da urlo!
Io ho ancora in testa il Pa-pa-pa-ge-no etc etc, e ritengo che se nn si pensasse che il publicco è imbecile e si lasciasse gli originali si farebbero meno brutte figure.

baci melos

Articolo (p)Link Commenti Commenti (4) Storico Storico Stampa Stampa

Le false confidenze

Di Vesnuccia (del 18/12/2006 @ 11:37:23, in Teatro, linkato 1616 volte)

Quest'anno non ci siamo fatti l'abbonamento allo Stabile. Un po perche avevamo fatto quello per la stagione Operistica del Regio, un po per pigrizia.
Ma alla fine se devi vedere uno spetacolo lo vedi cmq! E cosi con biglietti comprati da un conoscente che nn ci poteva andare siamo andati a vedere lo spetacolo che forse era quello che desideravo vedere di piu della stagione dello Stabile.
Io sono una capra per quel che riguarda teatro francese, ma questa è proprio quello che mi aspetavo.
Un opera con una leggerezza svolazante in superfice , ma che pone grandi domande e magari lascia un po' di amaro in bocca alla fine. E' un pezzo teatrale da camera e sarebbe stato molto d'impatto vederla stando molto vicino agli attori, ma essendo un teatro nn è stato cosi. Un peccato, ma cio' nn ci ha tolto la meraviglia.
La storia ci racconta un intreccio di verita e bugie, dette e taciute per arrivare a un fine, al Amore. Una storia che esplora la psicologia umana dettata non solo da sentimento ma anche da vincoli sociali.
Veramente molto molto bello. La regia di grande leggerezza, la recitazione impecabile. Ci sono piaciutti in particolare Servillo e la Buonaiuto, fantastici entrambi!
L'unico neo percipito dagli Sposi è l'uso del rumore di un orologio a pendolo che ci ha infastidito anche se siamo consci che ha un suo perche.
Per le prossime date guardate qui.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Dei dottori e biglietti di visita

Di Vesnuccia (del 22/11/2006 @ 08:44:10, in Teatro, linkato 1759 volte)



Sabato abbiamo passato una gradevolissima e pelandrossissima giornata e poi la sera ci siamo "svegliati" un bel po.
Abbiamo visto un pezzo una chicca di Pennac, adorato sulle pagine scritte e aplaudito come pezzo teatrale.
La lunga notte di dottor Galvan è il racconto della notte piu' importante di un giovane tirocinante che fa di tutto per avere il consenso dei colleghi e che sogna un sontuoso e importante biglietto di visita. E anche se sulla scena fisicamente c'era solo un attore (e che attore aggiungerei io) c'era una gran folla di medici, pazienti e infermieri, tutti con una loro peculiarita, tutti estremamente diversi. E i pensieri diventavano parole che accompagnavano i gesti.
Tutta sta meraviglia circondata da una scenografia spiazante ma efficace ed azzecata, con quella fantastica barella con le ruote ben lubrificate, e le luci fantastiche che riscaldavano e rafredavano la scena nei momenti giusti.
Interpretazzione eccezionale con una regia decisa e senza fronzoli che ha lasciato il giusto spazio al pezzo che avrebbe cmq fatto la sua "porca" figura anche solo letto dal palcoscenico.
In poche parole vale veramente la pena vederlo. A Torino ce stato solo per una serata ma il tour continua e prossimamente sara' a Firenze e Roma per piu di un giorno.Per le date dell'turnee guardate qui.

baci lubrificati

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa


Pagine: 1 2 3

Ci sbirciano 64 amici

< agosto 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
       
Cerca per parola chiave  

Titolo

A_pensar_male... (2)
Blogheggiando (53)
Cartoni (4)
Casalinghetudine© (35)
Cinema (27)
CoCoCoDe (17)
Cucinando (79)
Famiglie (180)
Hobby (25)
I_Have_a_Dream (26)
L_altra_Storia (11)
Libri (28)
Musica (50)
Pensieri (171)
Posti (63)
Ricordi (30)
Sport (9)
Teatro (28)

Catalogati per mese:
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015

Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017

Titolo

Autoritratti (5)
Caminate (49)
Cucina (1)
Eventi (1)
Hobby (86)
Mare (16)
Personaggi (3)
Shopping (1)
Torino (24)
Trani (1)
Viaggi (154)

Titolo

Creating

Titolo

Autori
Il perché
Copyright

Titolo
Ody
Buba
Comida
CV
Lanterna
La Vonorace
Legs
Lilas
Rossella
Spezzaincantesimi
Ste
Warehouse






Feed XML RSS 0.91