pensieri sparsi
Storico : L_altra_Storia


 
 

Parliamo di Cinema (e sono 2)...

Di PULP (del 13/03/2012 @ 08:36:00, in L_altra_Storia, linkato 876 volte)

Questa volta parliamo, tanto per cambiare, di qualcuno il cui nome non dirà nulla ai più, ma che con tutte le apparizioni che ha fatto merita sicuramente una citazione e una menzione nella nostra piccola lista di attori(non dimenticati, ma magari sottovalorizzati), che sono poi spesso utilizzati in tanti telefilm e tanti film, per nulla minori!

E quindi la sua faccia non può non farci venire in mente i tanti film della combriccola Tarantino-Rodriguez, che lo hanno scelto per alcuni delle loro divagazioni divertenti:
Kill Bill Vol. 1 e 2, Dal tramonto all'alba(con un trashissimo seguito Dal tramonto all'alba 3), Grindhouse(sia con A prova di morte che Planet Terror), ed essendo un classe 1940 e facendo cinema da sempre si è pure potuto permettere apparizioni in La Bibbia di John Huston, o Il giustiziere della notte 5 con l'indistruttibile Charles Bronson.
Stiamo parlando di Michael Parks, un attore sempre all'opera, che poi a ben guardare ritroviamo in tutti i telefilm e le serie che ci hanno accompagnato durante tutta la nostra vita, da Le strade di San Francisco a Ellery Queen, da Fantasilandia a Pepper Anderson agente speciale, o ancora da La signora in giallo a Twin Peaks...
Insomma non averlo visto, o non vederlo è davvero impossibile, e i suoi ruoli di medico o sceriffo certo non passano inosservati!
Buon cinema a tutti: ma che sia davvero Buono...


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Parliamo di Cinema

Di PULP (del 07/03/2012 @ 00:21:48, in L_altra_Storia, linkato 893 volte)

Più che dell'altra storia questa volta parliamo di Cinema, l'altra storia del Cinema, quella fatto dagli attori, dai registi, e dagli sceneggiatori, guardando il tutto da un punto di vista diverso, un punto di vista inconsueto, il punto di vista dei sognatori...

Cominciamo da quelli che tanti vedono come comparse, o, quando va bene, come dei caratteristi, e invece sono fra gli attori preferiti di alcuni dei registi più importanti, sono fra gli attori con cui hanno recitato quelle che sono considerate le maggiori star, che hanno al proprio attivo centinaia di film e telefilm girati...
E così oggi cominciamo da uno degli attori evidentemente preferiti da Oliver Stone, con cui ha girato Platoon(con Tom Berenger e Johnny Depp), Wall Street(con Michael Douglas e Charlie Sheen), Talk Radio, Nato il 4 Luglio(con Tom Cruise) e Ogni maledetta domenica(con Al Pacino e Cameron Diaz); fra i tanti altri film The Rock(con Sean Connery, Nicolas Cage e Ed Harris), La vendetta di Carter(con Sylvester Stallone, Michael Caine e Mickey Rourke), Seven(con Brad Pitt, Morgan Freeman e Gwyneth Paltrow), o ancora Point Break(con Keanu Reeves e Patrick Swayze).
E ancora: Highlander II(con Christopher Lambert e di nuovo Sean Connery), e i centinaio di episodi di Scrubs(che pure non mi dice nulla, ma successo ne ha avuto parecchio)!
Il nome? John C. McGinley: magari non dice granchè a molti, magari le foto dicono qualcosa in più, di sicuro il suo curriculum ci dice molto...
A presto con un'altra storia...


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Qualcosa di rinfrancante...

Di PULP (del 22/06/2011 @ 13:44:42, in L_altra_Storia, linkato 752 volte)

Ogni tanto capita...
Ogni tanto capita di vedere, magari per caso, qualcosa che fa piacere, qualcosa che rinfranca lo spirito, anche se magari non è tutto rose e fiori.
Milena Gabanelli - Indro Montanelli E ieri sera, proprio per caso, dopo aver visto il divertente La famiglia omicidi mi sono lasciato trasportare, credo da RAI5, nella visione di un documetario su Montanelli.
A parte il parere personale, sono stato piacevolmente sorpreso dal vedere fra una intervista di Biagi e l'altra a Montanelli, un paio di interviste di Montanelli con la Gabanelli...
Ecco, lì ho capito che le cose che mi piaccioni finiscono per attrarsi nell'universo, perchè si potrà dire tutto, tranne che la Milena e Indro siano di parere simile su tutto, eppure, c'è qualcosa nello stile, che li accomuna, forse il fatto di avere le proprie opinioni e portarle avanti credendoci con forza, a discpito di tutto e di tutti.
Essere giornalisti non è una cosa facile, essere veri giornalisti, perchè vuol dire che a volte non ti ritroverai chi ti finanzia, ti ritroverai i partiti e le lobby contro, ma essere giornalisti vuol dire questo: credere, credere fermamente...
E allora, il vero giornalismo andrà sempre e comunque avanti, magari, come diceva Montanelli non sarà per milioni di lettori, ma per qualche migliaio, ma sarà comunque vero!
E allora, Mentana, Fazio, la Gabanelli, Santoro, Saviano, ecc. continueranno ad esserlo, ognuno a proprio modo, ognuno credendo in quel che pensano, e in quel che scrivono o dicono, e poco importa se sia sulla RAI, su Mediaset, La7, SKY o un giornalino di una dozzina di fogli senza pubblicità, l'importante è che le idee siano sempre espresse liberamente.
Da parte mia un semplice grazie a tutti quelli che mi appassionano, e fanno di me un sognatore...


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Nucleare... e 3! e bis!

Di PULP (del 28/04/2011 @ 08:21:15, in L_altra_Storia, linkato 609 volte)

Siccome non c'è due senza tre era giusto questo terzo capitolo della saga sul nucleare...
no al nucleare Solo qualche breve considerazione per dire che il governo fa mezzo passo indietro, e comunque il referendum viene abrogato: questi sono i fatti.
Passiamo alle considerazioni: beh, dopo che mi tolgono il referendum per cui avevo maggiori remore e mi faceva nascere maggiori dubbi, direi che bisogna e si deve ancora con maggiori motivazioni e convinzioni andare a votare per gli altri; deve essere uno stimolo ad andare al voto e a fa andare al voto, non un motivo per avere delle scuse(se non ora quando? vale sempre!).
Altra piccola considerazione: ma se anche poi si provasse a fare marcia indietro da parte di un governo e ripresentare qualcosa di favorevole agli impianti nucleari dopo che con emendamenti e leggi portano al ritiro di un referendum, una tentata legge di questo tipo(ovvero nuovamente a favore del nucleare) non potrebbe avere un carattere anticostituzionale ed essere rifiutata dal Capo dello Stato o dalla Consulta? magari qualcuno ne sa più di me... Io aspetto e guardo.
E intanto vado a votare ai referendum rimasti.
Buon voto a tutti!

Ancora una aggiunta, solo per dire che è la Corte a dover decidere se i referendum vanno abrogati, che se vengono abrogati non c'è nessun obbligo a tenere validi i motivi dell'annullamento, e che insomma va tutto da schifo...
Quindi, pronti a votare ai referendum se viene consentito, pronti a votare alle elezioni se si fanno, pronti a dire la propria, qualunque essa sia(questo per i cittadini)...
Pronti a dire una cosa e farne un'altra, pronti a far saltare i referendum che non aggradano per poi continuare a fare come si vuole, pronti a tutto(per i nostri politici)...
Ma siamo sicuri che sia questo che vuol dire democrazia? Bah, devo avere le idee un po confuse, pensavo riguardasse altro(governo del popolo ma evidentemente mi sbagliavo)...


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Perchè ognuno possa decidere...

Di PULP (del 11/04/2011 @ 22:41:46, in L_altra_Storia, linkato 648 volte)

RoswellOra, io non lo so cosa sia vero e cosa no...
Soprattutto non so se potrà davvero servire a qualcosa...
Ma quello che so è che è meglio poter sapere qualcosa non sapere nulla...
E allora visto che l'FBI ha reso pubblicii i contenuti fino ad oggi secretati di alcuni documenti, allora credo sia meglio poterne usufruire.
Columbine I contenuti resteranno disponibili finchè ci sarà una certa richiesta da parte del pubblico, dopodichè saranno cancellati.
Saddam Hussein E allora meglio ogni tanto passare a dare una occhiata ad alcune informazioni sull'11 settembre, su Saddam Hussein(in modo da tenere sott'occhio quanto si diceva poco tenpo fa...), su quanto accertato a Roswell/UFO o no che fossero), su quanto avvenuto nella scuola di Columbine, o su Guantanamo.
E per gli appassionati di UFO e percezioni extrasensoriali un buon approfondimento.


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Londra come Kabul

Di PULP (del 05/04/2011 @ 09:00:12, in L_altra_Storia, linkato 558 volte)

Caro Giuliano Ferrara,
ieri mi sa che l'hai proprio fatta un po' fuori dal vaso...
La Storia dovrebbe essere un essere e non un divenire: ora, secondo me è lecito che si possa cambiare parere come hai fatto tu, da comunista nudo e puro, a socialista, a forzaitaliota e pdellino, ma analogamente va rispettato chi invece è sempre rimasto del proprio parere.
Va bene che nella vita si possono cambiare i lavori(vedi Di Pietro), prescindendo dal fatto che si facesse bene quello di prima e/o che si faccia bene quello attuale(come anche no), ma ci sta anche chi tutta la vita fa lo stesso lavoro, che sia un operario, un politico, o un magistrato...
Ma fin qui sono solo punti di vista, in fondo ben venga che ognuno dica la propria, come la pensa, come vede il mondo intorno a se, se no la pluralità dove sarebbe...
Forse un po meno bene dovrebbe andare che per cercare di attaccare qualcuno(e guarda bene che dialetticamente e politicamente ritengo lecito poter attaccare chi ci pare) si facciano dei voli pindarici un po troppo arditi...
Potevi menare il can per l'aia come ti pareva sui giudici, sulle persecuzioni a questi poveri indagati di mille processi ma sempre degli stessi avvocati, ma davvero ti sembra che si possano associare vicende come quella di Tortora con quella di Mani Pulite?
Davvero ritieni che il voler cercare di riabilitare una classe politica, quella della Prima Repubblica, che invece proprio i processi hanno consacrato corrotta, passi dall'associazione con una delle maggiori vergogne della giustizia Italiana?
E' triste che ci siano stati i suicidi, atti estremi, che certo non ritengo fossero la condanna giusta dei reati commessi, tanto più che il nostro Stato rifiuta la pena di morte anche per i casi più estremi; capisco il voler in parte rivedere con un occhio meno sanguigno degli avvenimenti storici(che però sono forse ancora troppo vicini per poter essere guardati obiettivamente); ma provare a buttare tutto dentro per cercare di dimostrare di aver ragione credo superi il segno.
Si chiede di abbassare i toni, io mi aspetterei almeno di non esagerare.
E ancor più sono stupito che nessun segno venga dai radicali, che per Tortora fecero campagne e battaglie, e che nulla dicono oggi che viene associato a Gardini e company...
Ovviamente questo è solo il mio modestissimo parere, però ti trovavo più credibile quando facevi Radio Kabul, di ora che proponi una Radio Londra che si arrampica sugli specchi.


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Ustica

Di PULP (del 31/03/2011 @ 14:01:11, in L_altra_Storia, linkato 522 volte)

Ustica, 27 giugno 1980, DC-9, Muro di gomma...
Sono passati 31 anni e dico 31, e ancora non si è arrivati a dire la verità su quanto sia successo in questo tratto di mare con la sola presenza di una piccola isola...
L'aereo volava in condizioni di piena normalità, sia come altezza, che velocità, i piloti scherzavano, e poi più nulla...
E ci siamo dovuti sorbire anni di fantasiose leggende di cedimenti strutturali improvvisi, di radar delle forze armate delle principali nazioni occidentali spenti, di non so, non mi ricordo, e ancora non si può avere una verità!
Credo che questa rappresenti uno dei maggiori scandali dell'era moderna: almeno le varie stragi hanno spesso avuto dei mandanti, anche se a volte l'hanno fatta franca, o, in assenza di mandanti ed esecutori accertati sono almeno state catalogate come stragi, in questo caso il nulla, il Muro di gomma del film del 1991 di Risi.
La cosa meno confessabile della storia moderna: è così difficile dare almeno una degna certezza alle famiglie di quanti sono morti?
E' così dificile dire o ammettere cosa è successo quella notte in quei cieli?
A cosa dobbiamo guardare per poter sperare di avere prima o poi una risposta degna di tale nome? Guardiamo qualche possibilità:
1) che WikiLeaks di Assange magari si occupi di una cosa seria come questa, e non dirci quello che sappimamo già, ovvero dei rapporti di interesse personale fra i nostri politici e gli altri...
2) che dagli archivi segreti USA prima o poi venga fuori pure una qualche realtà su questa storia, giacchè ogni tanto rimuovono il secret da alcuni dei loro documenti
3) che dal fantomatico archivio di Andreotti prima o poi venga fuori questa verità, d'altronde sarà meno scomoda questa di tante altre che ci saranno custodite lì dentro!!!
4) che il signor Gheddafi fra le cose con cui ricattare l'occidente tiri fuori questa come esempio...
5) che ci sia in vita ancora qualcuno che sa la verità e che la esponga al pubblico
6) che si insedi in Italia un governo che consideri la legalità, la moralità e la giustizia come suoi caposaldi, e che quindi reputi dire ai suoi cittadini cosa e come sono successe tante cose che riguardano il passato, da Brescia a Ustica...
Sì lo so sono utopista, ma non ci posso fare nulla, non credo negli uomini ma nella giustizia sì; spero solo che la mia vita sia abbastanza lunga(o la giustizia un po' più veloce) per poter vedere come andrà a finire: quando questa vicenda è cominciata ero appena un bambinetto!!!
W l'Italia, l'Italia che non ha paura. Viva l'Italia, l'Italia che è in mezzo al mare, l'Italia dimenticata...(Cit.)


Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Nucleare 2

Di PULP (del 23/03/2011 @ 08:50:43, in L_altra_Storia, linkato 655 volte)

Forse ci sarà il referendum sul nucleare, forse no...
Come ho già detto, secondo me non dovrebbe essere il comune cittadino comunque a decidere, ma siccome potrebbe toccare... tocca informarsi!
Informarsi non è poi così facile, ci dovrebbero essere dibattiti, articoli, forum, e invece poco, proprio poco...
Io qualche idea ho cercato di farmela, guardando un po su internet, e cercando di estrarre almeno delle basi di riferimento su cui poi fare qualche considerazione.
Ho cercato di capire quanto costa la produzione di energia elettrica con le varie fonti, e quello a cui sono arrivato è questo, ponderando un po di fonti diverse, e lasciandomi un possibile scarto magari anche del 20-25% che poi non mi cambia a livello di valutazioni personali:
Costo di produzione dell'energia elettrica €/MWh
Nucleare60
Eolico onshore70
Eolico offshore90
Idroelettrico60
Biomassa60
Fotovoltaico150
Cogenerazione80
Carbone60
Lignite60
Gas ciclo combinato70

Perdonatemi gli eventuali svarioni, questo è quello che sono riuscito a capire (l'eolico off-shore è quello realizzato lontano dai luoghi di utilizzo).
TrinoOra le valutazioni che faccio riguardano il fatto che sempre e comunque nei costi di produzione non sono considerati i costi di smaltimento rifiuti e di dismissione delle centrali, e neanche degli eventuali danni creati all'ambiente e alla salute.
Detto questo che ognuno faccia le proprie considerazioni, io comincio a pensare che il fotovoltaico è il più giovene, ma anche quello che si spera sarà soggetto a maggiore sviluppo e quindi riduzione dei costi, però nel frattempo qualche valutazione anche sugli altri sistemi di generazione di energia rinnovabile forse vada fatto.
Anche perchè il costo di produzione non è quello di vendita, a cui si aggiungono i costi fissi, quindi le differenze si assottigliano ulteriormente.
Comunque vada secondo me la scelta deve essere a livello almeno europeo(mondiale sarebbe chiedere troppo) perchè se poi scegliamo di dire no al nucleare, ma poi ci compriamo l'elettricità generata in Francia, Slovenia e Albania(dove l'ENI sta andando a costruire le centrali nucleari), e se poi il Superphenix francese è poco dopo il confine e quindi i rischi sono gli stessi, allora c'è qualcosa che non va...
Personalmente mi piacerebbe una scelta europea di dire no al nucleare, ed impegnarsi ed accelerare nello studio e nello sviluppo delle rinnovabili, ma mi sembra come al solito di essere solo utopico...


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Nucleare

Di PULP (del 14/03/2011 @ 09:12:06, in L_altra_Storia, linkato 763 volte)

E così sembra che per quello che riguarda il nucleare debba sempre essere il Giappone a dover stare un passo davanti a tutti: le bombe prima e il rischio centrali dopo.
Era l'8 agosto del 1945 e gli Stati Uniti decisero che per accelerare la conclusione del conflitto la soluzione meno dolorosa(per gli americani sicuramente!) era quella dell'utilizzo della bomba atomica, e così ad Hiroshima l'Enola Gay portò il mondo un passo più vicino al baratro.
Poi, non contenti, per verificare quanto effettivamente si potesse fare, si decise di dare un degno bis(Nagasaki) ad uno spettacolo che probabilmente la popolazione umana(un po meno umana dopo questo) non avrebbe permesso si ripetesse nuovamente.
E così da allora, il termine fungo, oltre a quello alimentare è stato associato a quello che è insuperabile come arma di distruzione.
Armi di distruzione di massa... quanta ironia c'è in questo, con gli Stati Uniti mai processati ne tantomeno condannati per questo, ma poi sempre in prima fila a parlarne riferendosi ad altri, per quello che riguarda armi chimiche, ecc...
A parte il periodo della guerra fredda, con i bunker, le maschere e le scorte di sopravvivenza, e a parte forse il pericolo ben maggiore dei tempi moderni, quando le armi atomiche del passato sono mal gestite a causa di ristrettezze economiche specie delle nazioni ex-sovietiche, siamo arrivati ora a temere che, nuovamente in Giappone, accada quanto gli uomini, i tecnici, gli scienziati, hanno sempre definito non potesse accadere.
Si sono prese tutte le necessarie precauzioni, si sono rispettate tutte le procedure, si sono sovrastimate le misura di sicurezza, eppure la natura che non conosce il gioco delle probabilità, che tirando una moneta in alto a volte dimostra che possa non dare ne testa ne croce, ma rimanere anche in bilico, ecco che ci presenta un conto con un terremoto di una potenza devastante.
Se fosse successo in Italia probabilmente ci avremmo rimesso le penne subito quasi tutti, e anche se ancora non le abbiamo le centrali nucleari, queste sono ai nostri confini, vedi SuperFenix francese, o le svizzere, o le tedesche, o le Slovene, o ancora le albanesi che vuole costruire la nostra ENI.
E invece siamo spettatori di un posto così lontano... spettatori pazienti e attoniti, come se fosse una fiction, e invece questa volta è realtà, e come la realtà spesso è, è imprevedibile, e non ne conosciamo la fine, che comunque non sarà un happy-end, di certo no, e non per il terremoto, dove le abilità di prevenzione e gestione giapponesi ci danno l'ennesima lezione di una serietà invidiabile nel costruire case capaci di resistere, dicevamo no, ma che comunque lo tsunami, ingestibile, indomabile, comunque apocalittico.
E ora qui ad attendere quel che sarà di quelle centrali, mentre questo, e solo questo, spinge anche l'Europa a ripensare a quello che si fa, alle scelte che si prendono, ad una riflessione sul procedere o no con il nucleare.
Come ho già detto tante volte, io non credo debba essere il comune cittadino a decidere, ma sono contento che almeno a livello di governo, la Germania, altra nazione sicuramente più seria della nostra come comportamenti, abbia aperto un dibattito...
Fiduciosi spettatori(e -3 dal 17 marzo).


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Muammar Gheddafi

Di PULP (del 11/03/2011 @ 07:59:07, in L_altra_Storia, linkato 750 volte)

Muammar Gheddafi è un altro bel soggettino, e quindi tralasciamo tutto o quasi...
Nel 1969 ha guidato un sanguinario colpo di stato che ha portato alla deposizione dell'allora re libico Idris, che si trovava in Turchia.
Da allora a vario titolo(più o meno) si è insediato al potere sulla Libia costituendo di fatto una dittatura.
Gli americani lo hanno prima spalleggiato, ritenendolo sufficientemente anti-marxista, per poi rendersi conto che la sua terza via fra comunismo e capitalismo si è trasformata in cacciata degli oltre 20.000 italiani che ancora vivevano nell'ex colonia nel 1970 ed è poi diventata sostentamento di gruppi terroristi come l'IRA e Settembre Nero negli anni '80, con variazioni sul tema come il lancio di missili verso la Sicilia, e la protezione dei terroristi della strage di Lockerbie per più di 10 anni.
Come spesso fanno gli americani anche in questo caso hanno cambiato idea, e come altrattanto spesso fanno, con azioni militari oscene da padroni del mondo che poi nei fatti falliscono miseramente: ecco allora il bombardamento del bunker di Gheddafi del 1986 che, non colpendo per nulla il dittatore(avvisato da Craxi??? Bah...) portarono invece alla morte di una sua figlia adottiva(le colpe dei padri devono ricadere solo sui figli? Doppio bah...)
Giusto per citare, ricordiamo l'Operazione Eagle Claw del 1980 quando con 8 elicotteri americani cercarono di liberare 53 ostaggi tenuti prigionieri nella ambasciata di Teheran, con il risultato di fallire miseramente...
E questo somiglia tanto ad un modo di vedere le cose tipico americano, come il buon ormai vecchio Sylvester Stallone che quando fa Rambo o Rocky dovrebbe sapere che quello è cinema, e infatti in Over the top Sly cerca addirittura di prendere il figlio sfondando con il suo camion l'ingresso della villa del suocero, e poi nella vita reale aveva invece provato a recuperare il figlio della Nielsen, finendo per fare solo una pessima figura...
Ma dopo questa divagazione torniamo a noi... a noi italiani... che ci mettiamo tutto il possibile per fare le peggiori figure possibili!
Nel 2008 firmiamo(lo firma Silvio ma a nome nostro) un bel trattato con cui noi ci impegnamo a dare 5 miliardi di dollari(cinque miliardi di dollari!!!) alla Libia, ovvero a lui!!! come risarcimento dell'occupazione coloniale, e la Libia si impegna a combattere l'immigrazione illegale.
A parte il fatto che l'Italia dal suo goffo tentativo di avere colonie ha solo avuto rogne, e che abbiamo poi sempre versato dei soldi, che hanno portato per esempio alla costruzione di strade, e che non è in discussione il dare dei soldi, mi sembra interessante invece pensare a che fine fanno questi soldi, che probabilmente oggi sono utilizzati per pagare i mercenari, pagati circa 800 dollari al giorno, il fatto che tanto i barconi sono sempre partiti lo stesso, e anzi peggio in Libia sono stati creati dei veri e propri lager, giusto perchè così le nostre coscenze potessero essere più tranquille facendo finta di non vedere nulla...
Cinque miliardi di dollari considerando circa 50 milioni di italiano sono circa 100 euro a testa, bambini e vecchi compresi, e per circa 6,5 milioni di libici avrebbero significato circa 770 dollari a testa che non sarebbero manco stati pochi, perchè a famiglia sarebbe arrivato un bel gruzzoletto, e pensando magari a 500 mila possibili immigrati(stiamo dicendo mezzo milione!) avrebbe significato poter dare direttamente a ciascuno di loro 10.000 dollari, volendo estremizzare il tutto.
Ma no, perchè gli interessi sono sempre per il bene di pochi, e mai per i molti...
E poi ci dobbiamo pure sopportare il baciamano a un dittatore, e dargli le hostess...
Va beh, pare che in cambio abbia insegnato a fare il bunga bunga... ci è costato un po caro, però!!!
E quando lì c'è chi muore cercando di avere la libertà, la democrazia, parole di cui l'occidente si riempie sempre la bocca fingendosi paladino di quest valori, ecco che noi diciamo e non facciamo, e poi diciamo, ma solo un po, vorremo mica esagerare!
E sì, sai, potrebbero pure essere estremisti islamici quelli che prendono il potere dopo, vorrai mica rischiare... no, meglio vedere come va a finire, poi magari vince Gheddafi, e ci tocca pure chiedere scusa, dire che siamo stati fraintesi, stavolta ci toccherà bacirgli il c...o come ha detto lui!
E perchè, per gli interessi economici, il petrolio, come sempre, siamo capaci dlle peggio cose.
Ma la nostra dignità dove è dove è finita, c'è mai stata?
Quando si è fatto il referendum sul nucleare si è sbagliato: non possono essere i cittadini a decidere, dovrebbero essere informati di tutto, non puoi chiedere: vuoi una centrale nucleare in giardino o preferisci i fiori e fare i fighi?
Come fa un semplice cittadino a valutare tutti gli impatti, di scorie prodotte, di tumori in più, di costo dell'energia elettrica e del petrolio, del dover leccare il fondoschiena ai dittatori e dittatorelli vari.
Già una sana classe politica avrebbe grossi problemi a decidere una cosa del genere, figuriamo il semplice cittadino.
Troppo facile per una corrotta e inesistente classe politica demandare scelta e responsabilità con un referendum.
E oggi, chi avrebbe il coraggio di dire: va bene, se anche non possiamo intervenire, anche se non possiamo aiutare gli insorti, almeno ci impegnamo per la salvaguardia della nostra coscienza, a non comprare più petrolio dagli stati a regime dittatoriale!
Che ci possano nuotare in quella fottuta brodaglia nera e puzzolente, che se la possano tenere pure se fossimo costretti ad andare a piedi 2 giorni a settimana, e intanto accelerare su idrogeno, centrali eoliche e fotovoltaiche.
No, qui a guardare, fare i finti dispiaciuti, pronti a degradarci sempre più...
I politici dicono sempre di fare un passo indietro, ma che lo facessero davvero tutti, e tutti insieme, che non si candidasse più uno con più di 30 anni, in modo da avere un ricambio generazionale vero...
Ah, pazza idea, come avrebbe detto una vita fa Patty Pravo!


Articolo (p)Link Commenti Commenti (2) Storico Storico Stampa Stampa


Pagine: 1 2

Ci sbirciano 263 amici

< dicembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
Cerca per parola chiave  

Titolo

A_pensar_male... (2)
Blogheggiando (53)
Cartoni (4)
Casalinghetudine© (35)
Cinema (27)
CoCoCoDe (17)
Cucinando (79)
Famiglie (180)
Hobby (25)
I_Have_a_Dream (26)
L_altra_Storia (11)
Libri (28)
Musica (50)
Pensieri (171)
Posti (63)
Ricordi (30)
Sport (9)
Teatro (28)

Catalogati per mese:
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015

Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017

Titolo

Autoritratti (5)
Caminate (49)
Cucina (1)
Eventi (1)
Hobby (86)
Mare (16)
Personaggi (3)
Shopping (1)
Torino (24)
Trani (1)
Viaggi (154)

Titolo

Creating

Titolo

Autori
Il perché
Copyright

Titolo
Ody
Buba
Comida
CV
Lanterna
La Vonorace
Legs
Lilas
Rossella
Spezzaincantesimi
Ste
Warehouse






Feed XML RSS 0.91