pensieri sparsi
Storico : Cinema


 
 

Cloud Atlas

Di PULP (del 15/01/2013 @ 00:03:26, in Cinema, linkato 1489 volte)

I fratelli Wachowski sono tornati... e come spesso accade, questo film o lo si ama o lo si odia, o se ne è affascinati, oppure lo si trova di una noia e di una lunghezza esasperate...
Beh, io lo trovo della lunghezza appena appena sufficiente a dipanare le varie trame che si dipanano fra passato presente e futuro.
Di meno non era proprio possibile, e difatti la mia paura più grande primadi vederlo era proprio che non ci fosse tempo sufficiente a far sviluppare tutta la trama... e invece va bene, ne resti attratto per tutto il tempo, e ne vorresti ancora, col rischio di avere un film da 5 o 7 ore, che però continua ad attrarti, ad avvolgerti.
Cloud Atlas parte lento, molto lento, con l'introdurre le varie storie, ma poi lo sviluppo delle stesse avviene in una alternanaza sempre più frenetica che ti avvolge e ti porta a desiderarne ancora e ancora...
Non vi parlerò della trama, perchè è un film che va visto, e va visto al cinema, se si vuole godere appieno della sensazione di trovarsi in mezzo alle storie, e non uno spettatore neutrale; bisogna lasciarsi coinvolgere, e sentirsi parte delle storie stesse.
Quello che si sente, e si vede, è come Lana Wachowski, con il suo nuovo sesso, abbia portato la propria visione della vita all'interno della sceneggiatura.
Quello che si vede e si assapora è come i Wachowski brothers siano tornati, direi finalmente, ai livelli del primo Matrix(pur con tutte le differenze di genere), con una visione meno pessimistica della vita, solo da subire, in maniera "ineluttabile", per andare verso una vita di scelta, "di libero arbitrio" nel bene e nel male.
Per concludere, devo dire che è un film da dover lasciare poi sedimentare all'interno, e poi, solo in un secondo momento rivedere, andando a cercare tutte le autocitazioni, e le citazioni, e riconoscere i personaggi, e decidere il vero valore del film: per cominciare il prezzo del biglietto lo vale sicuramente!
Ah, il Signor Smith ormai sarà sempre il Signor Smith, il cattivo per eccellenza, qualunque cosa faccia, qualunque faccia abbia, perchè il cattivo siamo noi, è dentro ognunodi noi...


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

TV In and Out

Di PULP (del 19/10/2007 @ 15:40:17, in Cinema, linkato 1180 volte)

Dopo le mirabolanti disavventure di CSI Voghera, ovvero la serie televisiva RIS propinataci da Canale 5, di cui già avevamo parlato, dobbiamo, purtroppo, constatatare che anche una serie interessante quale era CSI Miami si è radicalmente trasformata con questa nuova serie.
La secondogenita della stirpe dei CSI, dopo Las Vegas, e prima di New York, ci aveva inizialmente catturato per la caratterizzazione che era stata data ai personaggi, per le ambientazioni(mare, sole, paludi), e per i dialoghi, che mantenevano lo stile già tracciato da Las Vegas fatto da pensieri e riflessioni, accelerazioni e silenzi.
Nella nuova serie che purtroppo c'è attualemte in onda i dialoghi sono degenerati a pura banalità (con pensieri degni dei biscotti della fortuna cinesi, o di RIS), a moralizzazione di infimo livello(con la patologa che vede un cadavere e dice "Chi può averlo ridotto così?", neanche si trovasse tutti i giorni di fronte a scene ben più cruente di quella), con un paese straniero(questa volta non è toccata a Cuba come al solito, ma al Brasile) dove sembra sia all'ordine del giorno poter andare e poter far fuori qualcuno.
A peggiorare la situazione si aggiungono una scelta di caratterizzazione cromatica che ha dell'allucinante: da sempre NY è stata caratterizzata da un filtro grigio-azzurro, Las Vegas dal preferire le ambientazioni notturne e con le luci dei casinò, e Miami con la luce del sole e colori brillanti, ma ora si esagera davvero, con filtri cromatici e saturazioni di colore che rendono tutti i colori assolutamente irreali, con il mare o il cielo che sembrano quelli delle cartoline italiane ritoccate degli anni '50, e con i personaggi che indossano sempre indumenti dai colori assolutamente sgargianti e assurdi, dall'arancione fosforescente delle maglie, ai pantaloni rosso ferrari, alla sede della polizia, tutta trasparente, ma sempre invasa da una luce blu cobalto.
Cosa sia successo resta ignoto, scelte dei produttori o cosa? Il risultato è sicuramente pessimo, peccato, rovinare così una buona serie televisiva portandola a essere denominata RIS Miami...
Purtroppo per me altra delusione è arrivata da i Simpson, il film: dopo averlo visto mi domando ancora se ci fosse davvero bisogno di un film, cosa di nuovo ha portato che non poteva semplicemente far parte delle serie televisive, o degli special, così come in passato...
E per un po di delusioni almeno un accenno a qualcosa che invece si presenta interessante, prima di tutto Dexter, non scontato, ne banale, fuori dagli schemi, e quindi che almeno merita di essere visto e poi giudicato, e poi Lost room che a quanto mi risulta in Italia non sia neanche destinato ad arrivare, peccato, perchè sembra davvero promettente...
Entrambe le serie vedono come protagonisti uno dei due fratelli di Six feet under che quindi si sta rivelando essere stato un buon trampolino di lancio...
Bene così, e appena sapremo qualcosa di più su queste serie sicuramente ne torneremo a parlare.


Articolo (p)Link Commenti Commenti (3) Storico Storico Stampa Stampa

Il 13 Luglio ovunque saremo...

Di Vesnuccia (del 30/01/2007 @ 19:57:13, in Cinema, linkato 1334 volte)



... si andra' al cinema. L'Ordine della Fenice si presenta troppo bene, e poi Piton ha un gran rilievo nel libro e presumo anche nel film.
Oh mio dio mi vengono i brividoni!!! : - P

Articolo (p)Link Commenti Commenti (12) Storico Storico Stampa Stampa

Running scared

Di Vesnuccia (del 18/10/2006 @ 08:23:09, in Cinema, linkato 1533 volte)

Da quando Lo Sposo fa orari lunghi al lavori qui si cerca di passare domeniche ancora piu pelandrose. Cosi dopo un pranzo con amico in visita che si è protratto fino alle 17 tra chiacchere varie abbiamo deciso di vederci un film portato sempre dallo stesso amico. Io sinceramente ero convinta che fosse una mezza cavolata proprio perche ormai tutti ci dicono che siamo troppo pretenziosi per quanto concerne i film.
Cosi Lo Sposo si è messo comodo steso sul divano, secondo me pregustandosi gia la penichella indota da film scemotto e io mi sono messa a tavola con la mia atrezatura da punto croce pensando che tanto basta sentirle le cavolate mica per forza si devono anche guardare.
Ebbene ci sbagliavamo. Anche se questo film non lo riteniamo un capolavoro, non lo possiamo sicuramente ritenere un filmetto.
Dall'inizio alla fine sarremo immersi in un mondo molto definito, un mondo in bianco e nero senza griggi, dove sei buono o cattivo, niente ma e niente se, come nelle favole. Un mondo con profili definiti, uomini Joker, Orco Cattivo, Lupo Nero e una Fatina buona. Un mondo dove l'amicizia è un leggame piu importante e profondo di un qualsiasi legame di sangue, anche quello piu stretto.
Una favola moderna molto cruda, molto pulp, dove si fa male con i schiafi, pugni, palotole ma anche psicologicamente, sulla strada, tra le mura domestiche e anche in quella che il registra chiamera "gingerbread house".
Un lavoro notevole di quasi tutti gli attori dove forse la faccia del ragazzino che scappa parla piu di qualsiasi sceneggiatura. Un lavoro notevole del registra che ha creato una chicca da una storia che poteva essere un qualsiasi film d'azione pulp come molti altri.
E alla fine, quando rimanerete un po' disgustati dalla fine con colpo di scena all'americana arriva un regalo inaspetato. Un capolavoro in 7 minuti e 42 secondi.
Accendete le case e guardatelo attentemente e poi ditemi se Wayne Kramer non ha colpito nel segno!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2) Storico Storico Stampa Stampa

Slevin Kelevra

Di Vesnuccia (del 16/09/2006 @ 13:06:00, in Cinema, linkato 1859 volte)

Gli Sposi sono alquanto esigenti quando si parla dei film. Insomma scegliere di vedersi un film di serie B al cinema ci pare eccesivo e come le due serie non sono piu ben distinguibili (ne per produzione ne per cast) scegliamo di vedere al cinema solo quei film che o ci vengono consigliati da chi conosce bene i nostri gusti o ci spirano per trailer (di solito travianti).
"Lucky number Slevin" ci ha intigratto per il suo trailer alquanto tarantiniano. Sembrava un giallo triller strano, a momenti umoristico. E cosi gia prima di partire per le vacanze ci siamo promessi di vederlo. Una volta tornati a casa ho guardato dove lo davano e pare che l'abbiamo preso proprio per i capelli perche gia in sala piu piccola di un multisala.
La sala dopo il film l'abbiamo lasciata sodisfati come non mi ricordo neanche piu quando! Un film veloce, a momenti imprevedibile, pieno di colpi di scena che ci fanno guardare a destra quando il killer se ne va a sinistra. Un film che si fa guardare quasi fino alla fine senza farci capire chi è il cattivo o il buono e cosa sta succedendo e perche, nonostante una marea di indizzi sparsi gia dall'inizio.
Un film NON PALESE, una gemma rara.
Per non parlare di un cast eccezionale dove tutti ma proprio tutti fanno la loro bella figura, una scenegiatura eccezionale, una regia frizzante, una scenografia fantastica con tutte quelle tappezzerie anni 70.
Il trailer come sempre era traviante. "Il Tarantinismo" qui non c'entra niente, se proprio vogliamo fare un paragone si avicina molto alla regia e montaggio di Ritchie in Lock, Stock and Two Smoking Barrels un altrofilm mitico che si merita un post a parte!
In pocche parole andatevelo a vedere, se lo trovate ancora in qualche sala (sicuramente piccola e sfigata)!

baci sodisfatti

ps. Gli Sposi sono grandi fan di film di serie B anni 70, ma preferiscono vederseli a casa in casetta registrata, e non spendere 7 euri al cinema : - D

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Syriana

Di Vesnuccia (del 06/05/2006 @ 11:48:18, in Cinema, linkato 1619 volte)

Ieri ci siamo visti Syriana.
E io ci sono rimasta profondamente delusa. Premetto che neanche "Traffic" mi è piaciuto, lo stile finto documentario lo abboro proprio. Ma piu che quello mi pare assurdo che un film, si fatto bene (e sfido chiunque a non farlo bene con quei mezzi), con una storia cosi palese e ovvia abbia vinto l'Oscar.
Ma adesso basta fare una specie di outing di presa di coscienza per vincerlo?? No perche io non c'ho visto nulla di quello che nn si sapeva gia, nulla di nuovo e con nessuna innovazione.
Ci voleva far vedere il patriota che non si fa domande per anni e dopo una ingiustizia personale diventa martire? Ci voleva far vedere come vengono reclutati gli estremisti che si dimostrano per niente estremisti religiosi ma solo gente estremamente arrabiata per i problemi che gli provoca l'economia globale? Voleva farci vedere che i regni si mantengono sporcandosi le mani di sangue? Ci voleva far vedere chi sono i burattini e chi i buratinai? Voleva farci vedere che anche tra gli arabi ce gente preparata e desiderosa di un progresso per tutti e non solo per pocchi elleti? Voleva farci vedere che anche quelli che nel mondo occidentale sembra gente di secondo grado (leggi extracommunitari) nei loro paese ha gente che "vale" ancor meno che loro?
Ecco per me Syriana è un film inutile. Inutile perche non mi da nulla e se un film deve fare qualcosa è trasmettere. Quel che mi pare essere stata la motivazione per fare un film del genere è palesare al mondo una situazione. Ma se c'era bisogno di palesarla vuol dire che la gente non ne è a conoscienza???
Come al solito sono un acida e mi chiedo dov'è finita la coscienza individuale.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2) Storico Storico Stampa Stampa

Cabiria ovvero ...

Di Vesnuccia (del 22/03/2006 @ 02:12:24, in Cinema, linkato 1344 volte)

come un italiano abbia inventato l'americanata.
Americanata nel senso buono, eh!
Lunedi sera l'abbiamo vista al Regio, alla prima dal suo restauro, e pure a gratis visto che eravamo tra i 200 sciancati tra gli invitatti Vips.
E mi ha sorpreso. Mi ha sorpreso vedere un film muto di 3 ore e mezza ovvero 3.300 metri di pelicola sapendo che un 400 metri sono stati irecuperabili, e si annoiarmi a tratti per la sua lentezza, ma ritrovarmi davanti a colosal piu colosal che ci sia.
Un film che nel 1914 ha gia incluso le trame e scenografie di svariati Indiana Jones e le scene clu di Titanic. Un film ironico, anche se nn si è capito se volutamente o meno (anche se io sono piu per il si che per il no), con delle didascalie veramente sfiziose e attori/ non attori eccezionali (Maciste per essempio nella realta era uno scaricatore di porto genovese), sopra tutti l'oste : - P.
E la Filarmonica che con il suo accompagnamento ha puntualizato tutto questo, e ci ha fatto sognare una Torino piu' grandiosa di Hollywood.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Tempo libero?

Di Vesnuccia (del 15/03/2006 @ 22:21:46, in Cinema, linkato 1362 volte)


Cosa fa un cassaintegrato con la moglie e un amica a Torino alle 8 di una fredissima mattina?

Fa la coda davanti alla biglieteria del Teatro Regio, insieme a un numero indefinito di vecchieti e studentelli, per prendere il numerino che alle 10.30 gli dara' diritto a ben due biglietti gratuiti a testa di uno dei eventi piu aspetati quest'inverno.
Non è Bolle, ma la visione della Cabiria restaurata con l'eseguzione delle partiture originali da parte della Filarmonica è cmq una gran bella cosa.


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

HP4 - Spoiler

Di Vesnuccia (del 27/11/2005 @ 20:27:40, in Cinema, linkato 1584 volte)



Come molti anche noi venerdi sera siamo stati a vedere HP4, in veramente eccezionale compania. La streghetta nella pancia della mamma ha fatto la brava e cosi siamo andate capello munite al ultimo spetacolo (iniziava alle 21.30) di questo aspetatissimo filmetto!!!
Prima di tutto, questa regola vale per tutti i film non solo per HP: il trailer di solito fa aparire il film totalmente diverso di quello che è!
Dal trailer sembrava un film "pauroso", invece si è rivelato tutt'altro, a mio parere molto gradevole ma che sconvolge totalmente l'atmosfera grave che si respira nel libro. Il regista ha sfrutato totalmente gli spunti umoristici del libro e in alcuni casi li ha acentuati (Gaza non è mai stato cosi spasoso!) anche se questo cancella tutto il crescendo di tensione e premunizione di eventi neffasti che sucederano a breve.
Molte cose, come del resto era inevitabile si sono perse, questa volta pero la trama si è potuta seguire anche se nn si è letto il libro. Come gia nel terzo gli elfi domestici e la loro storia è inesistente e cio' comporta un sacco di cambiameti nella storia. Mi chiedo come ne uscirano fuori da questo ignorare tutta una storia nella storia nei prossimi film.
Il film inizia con un breve passaggio al campionato mondiale del quiddich. Ma breve breve eh. Manca secondo me tutto lo spetaccolo, la lettera di signora Weasley con un sacco di francobolli, il contrasto di Percey con il padre che nei prossimi libri è fondamentale per la storia, i gemelli con l'oro falso, i Mangiamorte che giocano con gli babani come se fossero dei burattini. Insomma è una specie di corto riasunto di quasi una meta' del libro e cio fa quasi perdere il senso del passar del tempo. Dal estate (campionati di quiddich) al inverno (il torneo di tremagi) si passa in neanche 20 min fretolosi di film.



La seconda parte (fino alla terza prova) ha una sua coerenza. Score che è una meraviglia anche se delle cose importanti vengono omesse-> la storia di Hagrid nella sua maniera piu totale, la storia delle Veele (e qui nn si capisce come mai Ron esce fuori di testa in presenza di Fleur), la storia dei genitori di Neville (e nn si capisce come mai rimane cosi scoso durante la lezione di Moody), manca tutto il C.R.E.P.A. per ovvie ragioni, non ce neanche un acceno, che la giornalista Rita sia un animagus, aparte le tre maledizioni e quello che diventera la soluzione per stare sott'acqua per 1 ora (testabolla e alga branchia) nn si parla di altri incantesimi.



Piton apare solo in due breve occasioni e questo mi è dispiaciuto un sacco visto che è uno dei miei personaggi preferiti. Draco è inesistente e apare ancora piu' patetico che nel terzo fil, mi chiedo come ne uscirano fuori con il sesto dove Draco è uno dei personaggi chiave.



Il Ballo del Ceppo non è stato niente di che, aparte che anche a me la scelta del regista ha sbalordito non poco, e se volete un spoiler bello e buono andate sul sito della colonna sonora.Mi è dispiaciuto tanto vedere solo il drago di Harry, ero troppo curiosa del drago cinese, ma si sa che nn si puo avere tutto. La tensione tra Harry e Ron e Ron e Hermione è realizzata abbastanza bene, anche se anche queste fretolosamente, visto che si è deciso di dare piu spazio alla gara che al resto.
Cio' che pero nn si percepisce è la gravita' di quello che sta succedendo. Voldemort che prende le forze e prima dell duello al cimitero (da li inizia la terza parte del film - il gran finale)anche un corpo. La cosa secondo me sbagliatissima è la totale asenza della storia di Voldemort, speriamo che nel prossimo film facciano vedere e capire la sua storia personale che da sicuramente un intreccio molto piu interesante di quello che ce adesso. Almeno far capire che è stato lui artefice della morte del padre, no??? Che suo padre era babbano manco??? E spiegare la bellissima scena del duelo e il perche le bacchette sono andate in tilt, no?? Ecco quella è stata proprio imperdonabile.
La fine è dimenticabile, con una nota di speranza e senza nessun grande peso che invece ci dovrebbe essere. Pur sempre ce stato un nemico tra le mura della scuola, che dovrebbe essere il luogo piu' protteto che ci sia.
Anche se sembra tutt'altro, il film mi è piaciuto. Ovviamente io lo confronto con il libro e qualsiasi film ci perderebbe in ogni caso.



Mi sono piaciuti molto i gemelli Weasley e spero che i loro ruoli anche se piccoli sarano valorizati nei prossimi film, mi è piaciuta tanto il Pensatoio, la chicca della giornalista Rita, l'arrivo della carrozza delle francesi e la nave dei bulgari, ma la piu divertente è la scena nel bagno dei prefetti!



Una chicca che pocchi sanno, Krum grida "Umri!" a Fleur che in croato significa "Muori!".
Apropo' di dopiaggio, ma quando smetterano di doppiare Harry con una voce da 1 media? No perche ormai il ragazzo sta crescendo, sara anche ora di far crescere anche la sua voce???

baci da strega

Articolo (p)Link Commenti Commenti (4) Storico Storico Stampa Stampa

Deficienze

Di Vesnuccia (del 17/11/2005 @ 10:52:53, in Cinema, linkato 1511 volte)

Dalla lettera di Chiara alla amica defficente come lei:

Cappello da strega: 8 euro, con BancoMignolo.
Cappa: non avrò in tempo la mia macchina da cucire, mi arrangerò con uno scialle o qualcosa del genere che potrebbe prestarmi mia mamma. 0 euro, con BancoMignolo.
Bacchetta: se la vuoi anche tu, vado nel bosco a prenderla per entrambe. 0 euro, con BancoMignolo.
Andare a vedere HP4 con un'amica, conciata anche lei da deficiente, e rischiare di partorire vestita da strega: non ha prezzo.

Tutto questo per dire che io oggi vado a comprarmi i biglietti di HP4 per venerdi 25, e non vedi l'ora di vestirmi da deficente : - D.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (6) Storico Storico Stampa Stampa


Pagine: 1 2 3

Ci sbirciano 1152 amici

< ottobre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
Cerca per parola chiave  

Titolo

A_pensar_male... (2)
Blogheggiando (53)
Cartoni (4)
Casalinghetudine© (35)
Cinema (27)
CoCoCoDe (17)
Cucinando (79)
Famiglie (180)
Hobby (25)
I_Have_a_Dream (26)
L_altra_Storia (11)
Libri (28)
Musica (50)
Pensieri (171)
Posti (63)
Ricordi (30)
Sport (9)
Teatro (28)

Catalogati per mese:
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015

Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017

Titolo

Autoritratti (5)
Caminate (49)
Cucina (1)
Eventi (1)
Hobby (86)
Mare (16)
Personaggi (3)
Shopping (1)
Torino (24)
Trani (1)
Viaggi (154)

Titolo

Creating

Titolo

Autori
Il perché
Copyright

Titolo
Ody
Buba
Comida
CV
Lanterna
La Vonorace
Legs
Lilas
Rossella
Spezzaincantesimi
Ste
Warehouse






Feed XML RSS 0.91