pensieri sparsi
Storico per mese


 
 

Chi ben inizia...

Di Vesnuccia (del 31/01/2006 @ 01:18:23, in Famiglie, linkato 1365 volte)

Ecco spero vivamente che una volta capito cosa ha Lo Sposo e curato la malattia (visto che per adesso curiamo solo il sintomo), la nostra famiglia abbia dato abbastanza per almeno 3 anni a venire. In poco piu di due mesi entrambi i gatti sono stati curati con antibiotici, uno è finito sotto i ferri e stato ricoverato per 2 settimane, La Sposa da 3 settimane sta conciata una mapina con uso di antibiotici e steroidi, e dorme in posizione seduta come Elephant Man se no si strozza e mo Lo Sposo sta aspetando giovedi per un esame che per pura fortuna ci fanno in un poliambulatorio convenzionato e che nei altri 3 posti dove sono andata a chiedere ce lo facevano forse a meta' marzo.
Ho avuto a che fare poco con la sanita italiana e speravo rimanesse cosi ma aime... Il pronto soccorso mi pareva una barzeleta e il confronto con gli ospedali della mia patria era imbarazante. Non poter entrare con il proprio uomo mal concio a Medicina, perche evidentemente presumevano che visto che era sulle proprie gambe non aveva niente, era sconcertante. E poi a Chirurgia sentirsi dire "Prego" mentre ti cacchi sotto perche sai che ce qualcosa che non va per niente bene sa tanto di uno scherzo e mi sono ritrovata a pensare: "Qui tocca stare attenti, piu sono gentili la diagnosi pegiora!"
In poche parole un periodo no parlando di salute. Tutto il resto va bene per fortuna.
E poi i due cuccioli ci aiutano un sacco a non pensare a quanto si sta male fisicamente, facendoci soridere sempre.
Vi lascio due sorisi con due fotine con le quali inauguriamo la serie
"1001 posti dove dorme un gatto"!



Articolo (p)Link Commenti Commenti (13) Storico Storico Stampa Stampa

La BonaSanita'(ovvero E.R. de noiartri)

Di PULP (del 30/01/2006 @ 19:34:17, in Pensieri, linkato 2169 volte)


Si sente sempre parlare in TV di malasanita', e una esperienza che gli Sposi si sarebbero sicuramente risparmiati e' stato un giretto in un pronto soccorso.
Tu arrivi, e se vai in un pronto soccorso non e' per fare un giretto tipo shopping, ma perche' sei ridotto male, e invece l'accettazione te la fai in piedi, e pur avendo dato il libretto sanitario, che dovrebbe bastare per tutto, ti fanno domande stupide tipo: dove e' nato, dove abita...
Quindi passi al triage, parola di cui ignoro totalmente il significato, ma che nella realta' vuol dire che una infermiera decide quanto dovra' durare la tua sofferenza in coda.
Se sei ancora vivo finalmente ti mandano a metterti in coda con gli altri, chi sta male, chi peggio, e scopri che sulla tua scheda hanno segnato un bollino:
- rosso vuol dire che sei piu' di la che di qua, che non sei in grado di vedere il colore del tuo bollino, e che ti fanno passare senza farti domande (tanto sei quasi sicuramente svenuto o peggio)
- giallo vuol dire grave compromissione degli apparati respiratorio o cardiaco o nervoso, e quindi ti fai un po di coda, cosi' o diventi da bollino rosso, o sperano che la percentuale di miracolati sia sufficientemente alta, e la gente si alzi e se ne vada con le proprie gambe
- verde vuol dire che dovrai pagare il ticket, e quindi piu' o meno tutti finiscono qui, i tempi di attesa previsti sono di massimo un'ora, ma poi scopri che c'e' chi in coda c'e' gia' da 5 ore, e cominci a preoccuparti...
- bianco secondo loro vuol dire che sei andato li a perdere tempo, e quindi se sei li per un ascesso passerai probabilmente dopo 6-8 ore di fila se non ci sono particolari emergenze davanti a te...
La BonaSanita' mi fa pensare alla Sora Lella, ad una risata piacevole e contagiosa, e purtroppo nella realta' invece la Sposa si domanda perche' alcune persone decidano di fare gli infermieri se poi c'e' una donna in barella con problemi mentali che piange per andare in bagno, e loro rispondono un "Eh, io non ci posso fare niente".
Lo Sposo invece e' uno che vive nel suo tempo, uno della Milano da bere, e sa che per molti fare l'infermiere e' come lavorare alle poste o al casello autostradale.
Quando finalmente sei guarito, morto, o sppravvissuto alla coda ti chiamano, non ti puo' accompagnare nessuno, ti fanno entrare in uno stanzino con la finestra semi-aperta (Torino innevata e' bella ma un po fredda) e ti dicono di toglierti la maglia e sdraiarti su un lettino troppo corto per entrarci, e allora ti tocca tenere le gambe piegate se no butti a terra un po di cose che ci sono su un lavandino: beh, cominci a pensare che non e' proprio uguale a E.R., o meglio, un po somiglia a quei posti in Africa dove andavano i vari George Clooney e amici a fare solidarieta'.
Poi, senza mai rispondere alle piu' semplici domande tipo se hai la febbre, ti dicono: "Deve andare in ...", e tu non sai se ridere o piangere, ridere perche' stai male e ci devi andare da solo, o piangere perche' finira' magari che ti operano senza che tu sappia niente del perche' e del percome...
Quando pero' arrivi in reparto scopri un mondo tutto diverso, finalmete luci e non penombre, pulito, e non il bagno dove erano passati i barboni a cambiarsi, gente che ti tratta con cortesia, e non che ti tratta da feccia...
Beh, in reparto si riacquista una certa dignita', e ci si sente fra le mani di medici, e non pacchi alla posta.
Sicuramente ci saranno tanti e gravi problemi per la Sanita' italiana, con sovraffollamento e meno mezzi, uomini e fondi di quanto necessario, ma ho avuto l'impressione che comunque alla fine tutto dipenda dalle persone che ci lavorano: cortesia e professionalita' sono sempre cose gradite, e magari per un paese che non si dichiara far parte del terzo mondo dovrebbero pure essere presenti.
Ma questa e' un po una favola, poi la realta' la sbirci prima di andare via, ovvero che magari ti hanno declassato da verde a bianco visto che tanto non ti hanno visitao entro un'ora, anzi... ma almeno cosi' le percentuali sono a posto, i bei grafici delle presentazioni sulla efficienza ospedaliera non ne influiranno negativamente; poi, come questo si coniughi col fatto che non devi pagare il Ticket, ovvero che necessitavi realmente di cure restera' un mistero...
Pero' siamo fortunati, alla fine siamo in Italia, e ancora si ha diritto all'assistenza sanitaria, magari non cortese, non velocissima, ma almeno c'e'; insomma io spero che sia uno "Stiamo lavorando per voi..." per migliorare le cose, e soprattutto che non sia un finto slogan, tipo quelli delle FS (ma anche questa e' un'altra storia)...


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Voglio torna' bambino!

Di PULP (del 24/01/2006 @ 00:01:02, in Teatro, linkato 1431 volte)

Finalmente dopo una lunga pausa non di riflessione, ma forzata fra festivita' ed altri impegni, questa sera siamo tornati a teatro.
L'occasione e' stata la filarmonica al regio, accompagnata da Elio.
E' stato piacevole vedere il regio reso festoso da tanti bimbi e ragazzini che una volta tanto abbassavano un po l'eta' media...
Una serata con il mio impianto hi-fi preferito, le esecuzioni dal vivo; saro' banale e ripetitivo, ma non c'e' paragone con tv o stereo, nonostante a casa siamo arrivati almeno al 4.1.
E allora dal "la" dell'orchestra mi sono ritrovato immerso ed avvolto non solo dai suoni, ma da sensazioni piu' profonde.
"La fanciulla di Pskov" e la "Fiaba dello Zar Saltan" di Korsarov mi regalano una immersione tipo Alice in wonderland e i suoni deliziosi mi ricordano i movimenti frenetici di cento topini e quelli sinuosi di due gattini; le corse frenetiche eppure felici di Tom&Jerry, le luci di mille colori di Pollianna...
La seconda parte propone "Pierino e il lupo" e "Cenerentola" di Prokofiev con la voce di Elio giocosa ad accompagnare una magnifica orchestra con i suoi fluto-uccellino, 3corni-lupo, fagotto-nonno, oboe-anatra, archi-Pierino, clarinetto-gatto...
Davvero coinvolgenti, tanto che la Sposa nei gatti vedeva anche l'impasta-impasta, e vi assicuro che non era solo l'effetto delle sostanze dopanti che sta assumendo in questi giorni.
Insomma una piacevole serata che sara' solo la prima di una bella serie che ci attende in questo 2006.


Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Faccio ridere pure da malata!

Di Vesnuccia (del 15/01/2006 @ 19:22:09, in Famiglie, linkato 1419 volte)

Non nel senso che faccio ridere di proposito. Sono proprio ridicola!
Dopo un po di anni che non mi prendevo l'influenza, credo che lo presa. Credo perche mica sono andata dal medico e non ho la certezza che sia proprio l'influenza.
Il tutto è iniziato neanche una settimana fa con un pizzichio alla gola che pian pianino è diventato dolore con tosse e che pian pianino è diventato una tosse con rantolo da quasi morte certa continuativo che pero si manifesta piu di notte che di giorno. Cosi io non dormo di notte da un 5 giorni, ma sia Lo Sposo che i gatti si sono prontamente abbituati. Infatti Lo Sposo continua a rusare imperterito e i gatti nonostante il mio agitarsi tossendo dormono imperteriti sul mio petto e adome.
La morte quasi certa pero non credo arrivera nonostante le notti insonni. A pensare che la Garbo faceva una tosse lieve lieve e cadeva per terra ed era cosi bella moribonda.
Io che giro con capelli non petinati, ma cotonati dalle due bisce e in tuta calda + pile, piu che una moribonda paio uno zombi.
Ah dimenticavo la cosa piu importante. Non so se sapete ma io e Cagnolo ci faciamo un sacco di chiacherate da sempre. A un suo Miau io rispondo e cosi via, e a un mio Miau inizale lui continua e cosi via. Da quando tossisco e per questo ho perso la voce, che poi va e viene ma torna con una voce da "checca isterica", il cucciolo cerca di rispondere ai miei Miau imitandomi.
La cosa è preocupante, perche sentire miagolare in stile "priscila, la regina del deserto", un gatto che quasi ha perso il piselo neanche 2 settimane fa, fa pensare troppo! : - P
Lo preferisco con Miau rantoloso stile Garbo!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (9) Storico Storico Stampa Stampa

Zorro, attacca!!!

Di PULP (del 12/01/2006 @ 12:30:00, in Famiglie, linkato 1376 volte)

Cagnolo e' bellissimo, tutto nero, lucido, che dal vivo rende ancora meglio che in fotografia, al buio scompare, e alla luce diventa una macchia uniforme da cui spuntano gli occhietti circondati da una specie di maschera bianca dove i peli sono meno folti.
E percio' uno dei nomignoli che gli ho dato e' Zorro: uno Zorro speciale, al contrario, ma bellissimo.
Ieri sera in TV c'erano Silvio B., noto filantropo e portabandiera dei capitalisti, che cercava di convincere Fausto B., altrettanto noto mangiatore di bambini, a prendere una tessera del suo partito, alla presenza di Bruno V., riconosciuto scrittore di fantapolitica.
I dialoghi surreali che si susseguivano, degni del miglior Dick, spaziavano dal "i cinesi sono ricchi" del buon Faust, al "gli stipendi sono aumentati piu' del costo della vita" del suo rivale.
L'imbonitore interveniva con un "qui non ci sono applausi comunisti o capitalisti" in mezzo a dichiarazioni del tipo "in piazza a scioperare ci vanno solo i pensionati aizzati dai sindacati" a cui si replicava con un "siete figli dei napoleonici, dei fascisti e dei nazisti".
Insomma una baraonda che ascoltavo navigando un po, mentre il cucciolo seduto di fianco al mio portatilino li guardava inclinando un po la testa di lato.
Mentre la Sposa ci guardava sono partito con uno "Zorro, attacca!!!", e quasi a volermi giustificare con la sposa per la poco edificante educazione impartita al piccolo ho detto "Tanto, con quei tre, chiunque colpisca non puo' che fare bene..."
Risate sommesse e un po imbarazzate...


Articolo (p)Link Commenti Commenti (2) Storico Storico Stampa Stampa

CSI Voghera

Di Vesnuccia (del 10/01/2006 @ 17:33:57, in Pensieri, linkato 1471 volte)

Ieri sera mi sentivo un po mocia. Mi facevano male le osa, muscoli, mal di golla per la tosse che raschia, avevo la testa dolorante anche se non era la mia solita emicrania. E cosi non volevo vedere nulla di impegnativo. E visto che alla tele ricominciava CSI Voghera mi pareva d'obbligo vederlo. Aparte la storia scopiazata, dialoghi inesistenti, la recitazione nulla, ha fatto il suo dovere, mi sono rilasata totalmente.
La scena che mi ha riportata in me è stata quela di inizio prologo del secondo episodio: una panoramica su Parma di notte!!! Ecco magari quella se la potevano risparmiare : - P!
Per la cronaca stamatina mi sono svegliata senza voce, ma la febbre non ce l'ho!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Cinque tue strane abbitudini

Di Vesnuccia (del 09/01/2006 @ 14:03:55, in Blogheggiando, linkato 1417 volte)

REGOLAMENTO

Regolamento: il primo giocatore di questo gioco inizia il suo messaggio con il titolo "cinque tue strane abitudini", e le persone che vengono invitate a scrivere un messaggio sul loro blog a proposito delle loro strane abitudini devono anche indicare chiaramente questo regolamento. Alla fine dovrete scegliere 5 nuove persone da indicare e linkare il loro blog o web journal. Non dimenticate di lasciare un commento nel loro blog o journal che dice "sei stato scelto" (se accettano commenti) e ditegli di leggere il vostro.


Me l'ho ha passato Lilas ed eccomi qui.
Prima di cominciare a scrivere mi sono letta un po di cose in giro ma stranamente le stranezze che avete descritto sono tutte simili e pian pianino piu che stranezze diventono la norma. Percio le mie abbitudini strambe non saprei quali sono realmente visto che per capire a confronto di chi o cosa dovrebbero essere strane.
Percio vi elenco un po di cose di me ma che forse non sono strane o forse non sono abbitudini (perche lo faccio solo ogni tanto).

1) se sento musica alla radio specialmente in italiano (a volte) commento i testi delle canzoni. per esempio a un "muoio per te" rispondo con un "ripigliati!" e cosi via. questa abbitudine lo presa dalla mia nonna materna una grande commentatrice di testi.

2) nonostante io sia croata penso, sogno e conto in italiano. credo che sta stramberia lo possano capire solo gli stranieri, pensare in lingua a un certo punto viene comodo, sognare in lingua è un fatto quasi fisiologico ma contare è veramente la cigliegina sulla torta.

3)penso in continuazione. penso, ripenso, analizzo, sintetizzo su tutto e sempre in ogni istante. e da quando sono con Lo Sposo tutti questi pensieri li esprimo anche a parole pronunciate. non che con gli amici sia zitta eh! appunto mi hanno chiamata "la sputasentenze"!

4)sono convinta che la gente avrebbe molti meno problemi e malatie se si dedicase qualche ora a SANO LAVORO FISICO!
della serie "va a lavurar barbun" vale non solo per extracommunitari/meridionali ma per chiuque si lamenti troppo!!!

5) organizzo cene e feste a casa mia. puo' sembrare una banalita ma raramente ho partecipato alle feste e cene organizate da altri che non includa un momento eccezionale (inaugurazione casa, matrimoni, batesimi etc etc.). pare che la gente si rompe a invitare persone a casa, come mai io non me lo spiego.

e con questo ho finito, a dimenticavo io non leggo in bagno.
Non passo la stafetta a nessuno. Chi ha voglia di farla puo farla anche qui nei commenti.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (9) Storico Storico Stampa Stampa

Pesi e misure

Di Vesnuccia (del 08/01/2006 @ 00:31:07, in Pensieri, linkato 1425 volte)

In questi giorni di festa in piu di una occasione mi sono resa conto che le persone con quale parlavo non stavano bene nel loro corpo. Se ne vergognavano. Lo si nota dal modo in cui si siedono, da dove mettono le mani, da cosa osservano quando non si aspetano il tuo sguardo adosso. E mi è parso incredibile che le persone oggi come oggi, quando magari hanno problemi piu' grandi di quelli del peso, queste persone si intristiscono o vivono male il presente per il loro aspeto fisico.
Quella che vedete sulla foto sono io a due anni. Quella foto la dice lunga anche se lo capisco solo oggi. Ero e sono rimasta golosa. La leggenda metropolitana dice che sono sempre stata bambina cicciotela peccato che la Sposa in foto quando avevo 6 anni, possiamo appostrofare in diverse maniere , ma sicuramente no cicciotella. Ho cominciato a sviluparmi a 14 anni, precociamente per gli standard socialisti e percio davo nel occhio. Nel mondo nel quale vivevo non si mangiavano tanti dolci e caramelle, percio' il filo di grasso in piu' che avevo potevo ringraziare ai maialini al forno con patate e ai peperoni ripieni detti punjene paprike.
Adesso capisco oggetivamente che non ero grassa, ma cosi mi hanno classificato durante la mia infanzia e adolescenza sia gli adulti che i miei coetanei e chi ero io a contradirli?
Ovviamente non ero la piu grassa in assoluto, ma ero la seconda di classe, tra i cugini solo la mia cugina aveva problemi di peso e io arrivavo subito dopo etc etc.
A 18 anni portavo una 42 e ero alta come adesso 1.60 e qualcosa. Non so quanto pesavo visto che non ho mai posseduto una bilancia prima di venire a Torino. Ma nonostante la mia 42 che è diventata una 46 a 28 anni sono continuata ad essere la "grassa" della compania. Si perche non so per quale caso o congiunzione astrale tutte le mie amiche sono ed erano acciughe!
A un certo punto ho cominciato a lavorare in cucina, prima solo nei we facendo altro in settimana, poi a tempo pieno e in pocchi mesi sono ricalata alla 42. Peccato che io continuavo a sentirmi la seconda piu grassa. In cucina l'unica con problemi di peso era la poprietaria, chi lavorava caso mai aveva problemi di troppa magrezza. Per forza, orario notturno in una sauna smagrisce chiunque, mettici anche il lavoro frenetico di mezzo e per forza dimagrisci.
Presa la decisione di "andare dove mi portava il cuore" (quasi cit.) cambiando ritmi, orari, lavoro e calorie della mia vita sono ingrasata di oltre 30 kg in circa 2 anni. Pero' mi sono tolta la sensazione di essere grassa. Oggetivamente lo sono diventata e per qualche strana ragione non me ne fregava niente. Stavo bene con me stessa ed ero felice.
Adesso peso circa 86 kg, e porto una 54 circa, e il mio unico problema con il peso è che i vestiti per le persone grasse (e chiamiamoci per quello che siamo e che diamine!) costano uno sproposito. Un paio di jeans di buon taglio in un negozio per taglie forti arriva a costare 120 euro! Ecco io che sono stata appostrofata anche come "mani bucate" mi rifiuto di spenderli i 120 euro per un capo. Caso mai vado da Decathlon e mi compro 3/4/5 capi Unisex e chi se ne frega se sembro un maschiaccio piu delle volte. Meno male che da un 3 anni ho scoperto Dimensione Tessile dove vado agli saldi e per cifre piu che ragionevoli mi copro un po' di cosine. La cosa che pero mi manca sono le cose sbarazine che per la mia taglia non so neanche se le fanno.
Ma nonostante cio' oggi Lo Sposo mi ha sentito dire "Non sei niente male!" al mio riflesso, passando davanti a uno specchi di Ikea. Perche quel che conta è accetarsi per quello che si è. Grassi, magri, con le rughe o senza, capelli bianchi o meno, bassi o alti, cecati o con il naso aquilino, malati o malati immaginari, inteligenti o scemotti come me.
E gioirsene perche unici e bellissimi proprio per quello!
La cosa che piu mi ratrista pero' è che a 20 anni oggetivamente siamo TUTTI belli. Perche la gioventu è bella. La spensieratezza e gioia ci illumina tutti. E proprio in quel periodo della nostra vita quando ancora non sapiamo bene come fare i conti con la societa veniamo giudicati per solo una parte di noi che non è neanche cosi importante.
Peccato che non tutti riescano a scrolarsi sto giudizio crescendo.

baci grassi

Articolo (p)Link Commenti Commenti (15) Storico Storico Stampa Stampa

Assorbimento

Di Vesnuccia (del 07/01/2006 @ 23:12:22, in Famiglie, linkato 1267 volte)

Durante la cena della Befana una parte della tavolata beve decisamente piu dell'altra. Dove si beve meno pero ci sono due astemi, una che non gradisce molto i rossi corposi e due che si, bevono, ma non tanto. Uno di questi è F, un ragazzone.

Un amico di vecchia data rivolgendosi a F.:" Ma tu non bevi tanto, vero?"
F.:" No, ma assorbo molto bene!"

Risate. Sipario.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

L'Epifania tutte le feste le porta via!

Di Vesnuccia (del 07/01/2006 @ 13:42:21, in Pensieri, linkato 1564 volte)

Ed eccoci qui con le feste finite. Molto sodisfati e contenti perche le feste ieri sono finite con una cena in 10.
Ma andiamo con l'ordine!
Natale è stato preceduto con una "Festa aspetando Natale in casa Pulp" molto carina e divertente, perche Natale si passa in famiglia e quello per noi voleva dire due umani adulti e due gattini cuccioli.



Gli umani il giorno della vigilia sono andati alla pescheria di Porta Palazzo a comprare qualche pesciolino per La Sposa perche i cibi delLo Sposo non solo sono "vegetable free" ma anche "fish free". Ma piu che per comprare La Sposa ci va per guardare e entusiasmarsi di quei grovigli vivi di capitoni e anguille che cercano di scapare a tutti i costi e che alle volte ci riescono anche. Dopo la spesa piu' sfiziosa dell'anno, carichi di mozzarelle, scampi e anatra muta ce ne siamo tornati a casa a farci coccolare dai cuccioli. Il Natale ce lo siamo passati tranquilli pieno di coccole, filmetti festivi, dolcetti e pranzetti buoni.I cucciolli hanno scelto il loro parco giocchi



che dopo pero mettono in ordine



e un giaciglio comodo.



Lo Sposo ha lavorato tra Natale e Capodanno, ma è andata bene cosi per questa volta. Dove passare il Capodanno per noi è stata un incognita fino alla fine. Prima si pensava a casa nostra con due coppie di amici, poi a Milano con alre 20 persone, poi da noi con una coppia e alla fine l'abbiamo passato sulle colline piacentine ospiti da amici.



A Torino quest'inverno non ha ancora nevicato seriamente e sinceramente ci sono rimasta male. Nevicava da per tutto , un altro po' anche in Sicilia ma a Torino no. Cosi quando mi sono trovata uno scenario cosi delizioso e candido dalla veranda mi sono quasi commossa. E sono rimasta altretanto affascinata dal fuoco del camino, perche era la prima volta che vedevo un camino acceso da vivo. Un calore vivo diverso da quello umano e quello dei cuccioli ma sempre vivo e magnetico. Per me incantevole!



E con il camino non sono finite le mie prime volte di questo capodanno. Poco prima di mezzanotte, dopo aver mangiato le delizie di C., ho fatto il mio primo puppazzo di neve!!! Le poche volte che ho visto la neve a Spalato non è stata mai abbastanza manco per fare a palle di neve, figuriamoci per fare un pupazzo di neve. Le volte che l'ho vista per bene ero a Perugia ed ero gia grande e ogni volta che proponevo di farlo mi ridevano in faccia. Probabilmente perche a chi lo chiedevo l'aveva fatto da piccolo e non ci trovava nulla di speciale, almeno non piu. Io invece fino a questo capodanno ne avevo un grande desiderio. E cosi naque questo signorino : - D.



Il 1.gennaio ci siamo visti il Concerto di Capodanno e apena aperta l'autostrada Piacenza-Torino siamo scapatti via senza passare a salutare la piccola streghetta Amelia, per la paura di rimanere bloccati per il ghiaccio. Scusateci!!! I mici sembra che non hanno soferto la nostra mancanza nelle loro prime 24 ore lasciati soli.



E per concludere le feste come si deve abbiamo organizzato una Cena della Befana. Eravamo in 10, un mix di amici vecchi e amici nuovi che sembra si siano divertiti parecchio. Abbiamo riso e mangiato dalle 20 al 1 chiaccherando di tutto aparte calcio e politica anche se a una mia provocazione B. ha detto ridendo "Sei la solita ex communista!".
Ci siamo mangiati i grissini con mortadella, prosciuto e salame, lasagne classiche (15 strati), agnello alla Franca e un semifreddo/bavarese al Torrone che era uno esperimento ma ha riscosso molto succeso. Ci siamo bevuti un Grecanico, tre Primitivi e due Moscati e poi assagiato vari Barolo Chinato, Passito di Panteleria, Grappe varie. Insomma una cena degna di quella denominazione!!!!
Speriamo di rifarne un altra presto. E poi con la Basilica illuminata che si vedeva dalla finestra era tutto piu magico!!!!



Articolo (p)Link Commenti Commenti (4) Storico Storico Stampa Stampa


Pagine: 1 2

Ci sbirciano 3569 amici

< gennaio 2006 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
11
13
14
16
17
18
19
20
21
22
23
25
26
27
28
29
     
Cerca per parola chiave  

Titolo

A_pensar_male... (2)
Blogheggiando (53)
Cartoni (4)
Casalinghetudine© (35)
Cinema (27)
CoCoCoDe (17)
Cucinando (79)
Famiglie (180)
Hobby (25)
I_Have_a_Dream (26)
L_altra_Storia (11)
Libri (28)
Musica (50)
Pensieri (171)
Posti (63)
Ricordi (30)
Sport (9)
Teatro (28)

Catalogati per mese:
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015

Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006

Titolo

Autoritratti (5)
Caminate (49)
Cucina (1)
Eventi (1)
Hobby (86)
Mare (16)
Personaggi (3)
Shopping (1)
Torino (24)
Trani (1)
Viaggi (154)

Titolo

Creating

Titolo

Autori
Il perché
Copyright

Titolo
Ody
Buba
Comida
CV
Lanterna
La Vonorace
Legs
Lilas
Rossella
Spezzaincantesimi
Ste
Warehouse






Feed XML RSS 0.91