IL COLLEZIONISTA

Insieme all’intensificarsi di comunicazioni, la nascita dei collezionisti è stato il motore della crescita della filatelia nel mondo con il passare degli anni; ma il solo collezionare non basta, molto importante è ad esempio lo stato di conservazione dei francobolli stessi.
I metodi con cui vengono collezionati francobolli è sicuramente cambiato nel corso del tempo, ma l’utilizzo di cataloghi ha consentito una sempre miglior conservazione.
I francobolli sono caratterizzati per le varie tipologie ed emissioni: ad esempio l’uso di diversi metodi di perforazione (per facilitare il lavoro ai dipendenti delle poste si è arrivati alla dentellatura).
La dentellatura determina la dimensione, la distanza, l’omogeneità dei bordi del francobollo che sono appunto dentellati.
Anche la filigrana determina una diversa valutazione del pezzo: questo metodo di trattare la carta fu introdotto per rendere più difficile la falsificazione; vengono utilizzati tre tipi di filigrana: corona, ruota alata e stelle.
Altro fattore importante ai fini della valutazione del francobollo è la centratura del disegno.
Esistono collezioni di francobolli nuovi, e di francobolli usati che comprendono rarità poichè alcune emissioni non furono molto utilizzate ma quasi esclusivamente collezionate.
Un discorso a parte va fatto per i falsi, alcune di queste copie di francobollo hanno raggiunto valori molto alti.



Sei in iSogn@tori  > Vizi per la mente  > Filatelia  > Il collezionista 


Commenti  Commenti  ( 0 )










 Versione precedente del sito
 Informativa sull'utilizzo dei cookies