Malattie

Riportiamo una tabella con le principali malattie che possono interessare i conigli, e le cure consigliate.
Malattia Cause Sintomi Intervento
Raffreddore, contagioso Infiammazione virale o batterica molto contagiosa, causata da forti escursioni termiche, umidità e correnti d'aria Malessere generalizzato, occhi cisposi, scolo nasale, deperimento, starnuti, naso e pelo incrostati, congiuntivite Mantenere un buon livello di igiene, somministrare vitamine, posizionare il coniglio in un luogo caldo e tranquillo; se la situazione si aggrava consultare il veterinario
Patologie dentarie Malformazioni genetiche della mascella, dieta inadatta Eccessiva salivazione, mento umido, cambiamenti di gusti alimentari, perdita di peso, feci molto piccole, difficoltà ad alimentarsi, comportamento scontroso, lacrimazione eccessiva, digrignamento dei denti Consultare il veterinario
Disturbi gastrointestinali I responsabili di questo insidioso problema sono molti Posture raccolte, occhi sbarrati e digrignamento dei denti, perdita dell'appetito progressiva fino all'anoressia completa, produzione di feci gelatinose. A volte si nota un'improvvisa compulsione a cibarsi di materiali non commestibili che però sono fonte di fibre(es. cartone), ventre gonfio Fornire sempre molte fibre (fieno a volontà e verdure fresche), spazzolare spesso il coniglio, specie se a pelo lungo e, se lo gradisce, offrire ananas o papaia freschi o succo fresco (quello in scatola non serve, gli enzimi bromelina e papaina non sono più utilizzabili). Consultare il veterinario
Coccidiosi Microscopici parassiti protozoi che attaccano i condotti biliari del fegato(forma epatica) e le pareti dell'intestino tenue(forma intestinale) Malessere generalizzato, perdita di appetito, rapida perdita di peso, a volte persistente diarrea, acquosa fino ad emorragica, il soggetto si sdraia in posizioni inconsuete, il pelo perde il normale aspetto divenendo arruffato e non più lucido Mantenere un alto livello di igiene, somministrare sempre alimenti di ottima qualità. Consultare il veterinario
Rogna auricolare Acaro che si annida nel condotto uditivo Prurito, formazione di croste a strati nell'orecchio, formazioni di crosticine, posizione inconsueta della testa Periodica pulizia dell'alloggio e degli accessori integrando anche un uso periodico di antiparassitari. Disinfettare le lesioni ed effettuare un trattamento acaricida sia sull'animale che negli alloggi. Consultare il veterinario
Lesioni plantari Fondo della gabbia non idoneo, fieno umido, frequenti colpi con le zampe posteriori Tumefazione della superficie plantare delle zampe posteriori, cuscinetti plantari gonfi, infiammati con possibile presenza di tagli e di zone ovali senza pelo Immergere la zampa interessata in una soluzione di acqua tiepida e amuchina, ammorbidite le crosticine, rimuoverle e applicare una pomata battericida su tutta la parte interessata. Nei casi più gravi rivolgersi al veterinario
Ascessi nella regione della testa Ferite o punture infettate Rigonfiamenti ben visibili ed arrossati, conteneti pus Se gli ascessi sono ad uno stadio iniziale somministrare un antibiotico generale. A stadio avanzato se l'ascesso non è scoppiato agevolare la fuoriuscita del pus, disinfettare la ferita con soluzione antisettica ed impedire al coniglio di grattare la ferita. Consultare il veterinario
Obesità Disturbi motori, alimentazione troppo ricca di calorie Difficoltà respiratorie, cianosi, obesità, crescita del doppio mento(gozzo), coma Alimentazione adeguata associata a movimento


Sei in iSogn@tori  > Animali  > Conigli  > Malattie 


Commenti  Commenti  ( 0 )










 Versione precedente del sito
 Informativa sull'utilizzo dei cookies